La carica dei 100 mila, assalto ai vaporetti (il Mattino di Padova)

20 maggio 2012 —   pagina 14   sezione: Nazionale

VENEZIA Oltre 100 mila persone per il penultimo giorno di America’s Cup tra vaporetti presi d’assalto, garage di Piazzale Roma esauriti, hotel al completo e migliaia di persone assiepate lungo riva degli Schiavoni per non perdersi lo show mozzafiato dei catamarani i bacino San Marco.
Dopo gli 80 mila di venerdì, ieri le presenze in città sono state oltre 100 mila di cui quasi 30 mila già in laguna e gli altri 70 mila pendolari dalla mattina alla sera.
Fin dalla tarda mattina hanno preso posto lungo riva degli Schiavoni, il molo di Piazzetta San Marco, Punta della Dogana (dove per trovare un buco c’è chi si è piazzato sui masegni alle 9), alla Giudecca e all’isola di San Giorgio. Una folla in festa provvista di bottiglie di acqua minerale, cappelli, magliette rosse in omaggio di Luna Rossa e soprattutto un armanetario impressionante di macchine fotografie, teleobiettivi e videocamere pe riprendere le virate delle barche di America’s Cup.
In cinquecento, ieri sera, gli ospiti vip tra le Tese e i bacini dell’Arsenale per la festa d’arrivederci all’anno prossimo. Sedie trasparenti, tovaglie grigio perla, centritavola di vetro e spirito minimal-sportivo per il dinner orchestrato da Marina Snow di Eve Itala e apparecchiato da Tino Vettorello che ha riunito sotto le capriate secolari gli equipaggi al completo, gli sponsor, i vertici del Gruppo LVMH, quelli di Prada, gli organizzatori di Viverevenezia, il sindaco Giorgio Orsoni.
Sull’isola di Sant’Andrea, invece, è andato in scena un matrimonione inglese. Tra i duecento ospiti, anche le figliole di Andrea d’Inghilterra e Sarah Ferguson, ovvero Beatrice e Eugenia.

Link all'articolo






Pubblicato domenica 20 maggio 2012

Stampa